Sala Stampa F1

Wec 2021 – Analisi Qualifiche 6HSpa.

Si apre a su una pista a me cara la stagione dell’Endurance con la 6 Ore di Spa che scatta oggi alle 13:30.

La nuova era delle HyperCar inizia con la Pole della Toyota GR010 #7  siglata da Kamui Kobayashi con il tempo di 2:00.747. In seconda posizione troviamo l’altra Toyota #8 con il crono di 2:01.266. In terza posizione la LMP2 UNITED AUTOSPORTS USA che ha fermato il cronometro sul 2:02.404.

Si temeva che il nuovo regolamento potesse portare ad una situazione in cui le LMP2 in qualifica superassero le Hypercar, ma ciò non è accaduto, anche se a deludere le aspettative è stata l’Alpine Signatech, 4a ma con un distacco di quasi 2 secondi.

Nella classe LMGTE Pro, la Pole va alla Porsche #92 con il tempo di 2:11.219, con Kevin Estre al volante che ha inflitto un distacco notevole alla gemella del Team. In seconda posizione troviamo la Ferrari AF Corse, con la #52 che ha staccato un 2:12.351, terza come detto la Porsche #91 con il crono di 2:12.370.

Nella categoria LMGTE Am al comando troviamo la AstonMartin del Team TF Sport #33 con il tempo di 2:14.660; in seconda posizione il Team AstonMartin Racing #98 con 2:15.615. In terza posizione la Porsche del Team Dempsey Proton Racing #88 con il crono di 2:16.319.

La Qualifica di ieri è stata interrotta da 2 bandiere rosse causate da altrettanti brutti incidenti in percorrenza della Eau Rouge-Radillon, dove prima la #77 Porsche del Team Dempsey Proton Racing, e successivamente la #56 del Team Project 1, sono andate a sbattere contro le barriere di protezione svettando al Radillon.

Il box della #77  ha lavorato gran parte della notte per rimettere in sesto la vettura, invece per la Porsche #56 purtroppo i danni sono stati così ingenti da non permettere una riparazione immediata. Peccato perché nel Team c’è il nostro Matteo Cairoli, che tra l’altro si era ben comportato durante le prove libere: un’occasione persa, ma sicuramente li rivedremo protagonisti sul circuito dell’ Algarve dove si terrà la seconda prova del Mondiale WEC.

Ci attendiamo una 6H molto serrata in tutte le Classi, e sicuramente è da non sottavolutare su un circuito tosto come Spa, l’incognita affidabilità.

Fulvio Vigilante

Deja un comentario