Sala Stampa F1

Le Qualifiche di Portimao.

Le qualifiche che non ti aspetti, un Bottas che mette in chiaro a tutti, se ve ne fosse ancora bisogno, che lui vuol vincere: un Bottas che infligge 7 millesimi a Hamilton.

Una qualifica che sorride a metà per Ferrari. Sainz fatica, ma comunque porta in 5a posizione la sua monoposto, ma partirà con gomma Soft, che probabilmente ad inizio gara gli potrà garantire una migliore condizione nei primi giri.

Verstappen che non concretizza e rimane al palo, mostrando forse una Redbull più in difficoltà del previsto. Una pista che è cambiata nettamente tra Q2 e Q3 con un vento che ha condizionato tutti, forse meno le Mercedes, che proprio nel vento avevano trovato il proprio “nemico” durante i test del Bahrain.

Alpine mostra una buona performance, segno che la strada degli sviluppi intrapresi è quella giusta. Vero che Alonso parte 13°, ma l’errore di non fare un doppio giro di riscaldamento gomme, quelle marcate di rosso, ha pesato più del previsto.

Domani al varco, della gara, troveremo anche un migliorato Vettel che sembra abbia trovato la quadra sul circuito di Portimao: una P7 che possa essere d’abbrivio per veder risalire le proprie quotazioni? Vedremo, anche perché manca un pilota come lui in posizioni adeguate di griglia.

Mclaren a due facce: Norris bene in Q2, ma poi non ha concretizzato in Q3 il potenziale, vittima anch’egli del cambio di condizioni del tracciato. Mentre Ricciardo chiude con una 16a piazza che non rispecchia quanto sinora mostrato dalle monoposto papaya.

Domani sarà battaglia tra Mercedes e Redbull, ma occhio alla strategia ed alla “mission” dei rispettivi compagni di squadra: con le 2 Mercedes e le 2 Redbull che potrebbero marcarsi a vicenda e condizionare la gara dei propri compagni di garage.

Fulvio Vigilante

Deja un comentario