Sala Stampa F1

GABRIELE MINÌ, IL SICILIANO VOLANTE.

Sicilia terra di sole, mare cristallino, spiagge di incredibile bellezza, ma anche di grandi talenti come il neo 15enne Gabriele Minì, professione Pilota.

Palermitano di nascita, è lui la vera speranza dell’automobilismo tricolore, al debutto in una monoposto, in questa atipica stagione, nel Campionato Italiano di F4, dopo essere stato nel 2019, vice campione Europeo di Kart nel CIK FIA, risultando il miglior giovane della categoria a livello internazionale e premiato dalla FIA come Rookie of the Year.

Siamo ancora all’inizio, è vero, ma intanto Minì alla fine del 2018 ha attirato l’attenzione della All Road Management di Nicolas Todt, agenzia che cura e gestisce giovani talenti come Charles Leclerc o il compianto Jules Bianchi.

La All Road ha accolto tra le sue fila il kartista per scommettere su di esso, sostenendo la sua carriera.

Di sicuro è finito nelle mani giuste per dare ancora più slancio al suo futuro, ma tutto dipenderà dai risultati che saprà ottenere: intanto le premesse sono molto incoraggianti, visto che nell’anno del debutto contro i migliori kartisti, non ha sfigurato ma anzi si è rivelato il giovane Under 16 più competitivo del 2019, all’interno del Campionato del Mondo FIA Karting.

Con un pedigree così straordinario, Minì in questa stagione ha fatto un passo fondamentale nel suo percorso verso la carriera da professionista.

Il talentuoso italiano si è unito al team Prema, una garanzia, per stupire ancora di più in F4 Italia.

I risultati in questo inizio di stagione 2020, sembrano dare ancora una volta ragione a questo ragazzino e a chi ha scommesso su di lui.

Vittoria al debutto con una monoposto (F4 Italia), sul tracciato di Misano, e dopo 6 appuntamenti, secondo posto provvisorio in classifica Piloti.

Ma non solo, Gabriele si cimenterà anche nel Campionato ADAC F4, dove ha continuato a stupire gli addetti ai lavori, con ben 3 podi (una vittoria) in 3 gare disputate sul circuito del Nurburgring.

Insomma qualora ce ne fosse bisogno, questo ragazzino terribile dimostra di essere la vera speranza, per rivedere finalmente un Italiano, rinverdire gli ormai antichi e sfocati fasti di Alberto Ascari e Nino Farina, unici Campioni del Mondo italiani in F1.

Segnatevi questo nome……ne sentiremo ancora parlare.

Davide Cacciotto.