Sala Stampa F1

FP2 BUDAPEST – VENERDÌ ROSSO CON VETTEL CHE SVETTA SUL BAGNATO

Di sti tempi in Ungheria si lottava contro solleone e temperature torride. L’unica acqua era quella dispersa dai ventilatori all’ingresso della sala stampa per stemperare la calurosa atmosfera magiara. Questo 2020 è invero atipico tra virus e tempo da lupi laddove l’estate non la fa da padrona. E’ una Ferrari, alleluja, a stare davanti a tutti nelle effimere e bagnate libere del pomeriggio, dove non tutti hanno completato un giro pieno, dove tutti hanno scodato a manetta sul tracciato imbevuto dalla pioggia, dove molti hanno sciorinato doti rallystiche e di tenuta di strada. Il tedesco di Maranello il più rapido, in condizioni atmosferiche che potrebbero ripetersi domani e domenica, regalandoci qualifiche e corsa da paura, quella che pare non mostrino i piloti, che già a Spielberg si sono cimentati sull’infido bagnato.