Sala Stampa F1

FORMULA 2-NEL DESERTO LA POLE PARLA CINESE.

Il 2021, che abbiamo definito il nuovo anno zero per il Campionato di F2, visto che cambierà il classico format del weekend, cui siamo abituati dall’ormai lontano 2005, è scattato oggi sotto il segno di Zhou.

E’ infatti il pilota Cinese che ad avere la meglio per un soffio strappando la pole, quando la bandiera a scacchi era già stata esposta, al Danese Lundgaard. Ricordiamo che per via del nuovo format, il risultato vale per la feature race di domenica mattina, e domani a scattare dalla pole sarà invece David Beckmann, oggi decimo classificato.

Seconda fila per Felipe Drugovich e Dan Ticktum, autori entrambi di qualche sbavatura nel loro ultimo giro. Quinta prestazione assoluta per la Hitech GP di Juri Vips, che precede il rookie meglio piazzato, Richard Verschoor;  delude Daruvala, solo 7°, davanti al secondo rookie di giornata, Oscar Piastri, 8°.

Altri due debuttanti chiudono la top ten, Liam Lawson 9° e David Beckmann 10°; entrambi nella 1^ “GARA SPRINT” del Sabato, scatteranno dalla prima fila.

La sessione è stata pesantemente condizionata da una bandiera rossa esposta a 6 minuti dal termine, causata da Robert Shwartzman, costretto a fermarsi quasi sul rettilineo di partenza per un problema tecnico: il pilota Prema sarà così costretto a scattare dalla dodicesima posizione.

Domani si alzerà il sipario quindi, in virtù della nuova struttura del fine settimana, un nuovo ciclo per la FIA Formula 2: semaforo verde alle 11:25 (orario italiano), con il via di Gara 1; a seguire Gara 2 con partenza alle 17:40. Entrambe saranno gare sprint, e vedranno l’inversione dei primi dieci della qualifica per quanto riguarda la prima corsa, mentre l’inversione della Top Ten di Gara 1 per l’ultima contesa della giornata.

Davide Cacciotto

Deja un comentario