Sala Stampa F1

Carlitos Way

La Guerra dei Charles si potrebbe definire, due galletti a Casa Maranello che fanno presagire belle battaglie in pista tra i due piloti Ferrari 2021. Certo, dalla fabbrica deve uscire un Cavallino forte, potente, con una power unit che torni a ruggire e consenta ai 2 baldi giovini di lottare per qualcosa di importante, non solo spellarsi mani e ginocchia nelle retrovie. L’armata rossa deve tornare in pieno nella mischia per podi, vittorie e magari, titoli. La meta iridata non può più essere un miraggio.

Ed il Carletto monegasco dovrà fare attenzione, il Carletto iberico sbarca in Ferrari per vincere, per dar fastidio al collega di garage. Solido, concentrato, tra i primi dietro i soliti noti nel mondiale piloti delle ultime 2 stagioni, il figlio del Matador (buon sangue e piede non mentono…), ha portato tanti punti e risultati alla McLaren risorta grazie anche alle cure del duo Seidl-Key.

Sainz al via di ogni contesa scala costantemente posizioni, idem Leclerc; entrambi effettivi nei sorpassi, anche se lo spagnolo è forse più “pulito”, alla Ricciardo diciamo. In gara battaglieri e decisi, non stanno certo a guardare, l’attendismo non è nelle loro corde. E chi già certifica la supremazia, la leadership del principino di Monaco in seno alla scuderia di Maranello, credo dovrà ricredersi da subito.

#55 Carlos Sainz Jr Ferrari Formula 1 World championship 2021, drive in a private testing the SF71H for ferrari for the first time in Fiorano, Modena.

Scaltro, attento, concentrato, lo spagnolo penso possa rendere la vita dura al “predestinato”(giuro, non abuserò ne utilizzerò oltre questo improprio epiteto); i due hanno già avuto modo in questi giorni, di incrociare i volanti, scesi in pista sul nastro asfaltato di Fiorano con la monoposto del 2018 per sopperire, soprattutto Sainz, alla empia carenza di test, soprattutto per quei piloti che cambiano tuta e sedile in vista della stagione successiva.

E via con raffronti e confronti, spropositati ed inutili in questo frangente, ma tant’è. L’uno è più veloce dell’altro, l’uno già è sugli stessi tempi del compagno. No, sono chilometri per prendere confidenza coi nuovi colori, coi ragazzi del box, per scoprire l’universo rosso che sarà la quarta tappa in Formula 1 del ragazzo di Madrid, che spera di ricalcare le orme del connazionale Alonso, che tanto ha fatto gioire i tifosi, lasciandoli tuttavia senza l’ebrezza di un titolo.

#16 Charles Leclerc Ferrari Formula 1 World championship 2021, private testing with the SF71H for the 2021 season in Fiorano, Modena.

Leclerc ha dimostrato di saperci fare, 2 vittore nei tempi della velocità un poco lontane, di lottare con sfrontatezza e piglio coi big, ruota a ruota. Smania e talento che potranno aiutarlo, qualora abbia tra le mani e sotto il sedere, una vettura degna di stare davanti, veloce e performante, a tornare sul podio e chissà, a nutrire speranze iridate. Lo stesso dicasi per Carlos, la Spagna s’è desta, e con il ritorno in F1 del suo idolo Fernando l’Asturiano, la “gana” e la “garra” di Sainz saranno ancor più esaltate, messe alla prova.

#16 Charles Leclerc Ferrari Formula 1 World championship 2021, private testing with the SF71H for the 2021 season in Fiorano, Modena.

Ma sta a Casa Maranello consentire alla coppia d’assi che hanno tra le mani, di esprimersi al meglio e garantire, come credo, momenti felici ai supporters del Cavallino da troppo tempo a bocca asciutta e con poche soddisfazioni.

Alessandro Sala